Vai direttamente ai contenuti

A colloquio con Alessandro Squarzi

Scopriamo insieme al nostro protagonista come nasce Fortela e la sua grande passione per il vintage.

Chi è Alessandro Squarzi e come è iniziata la tua carriera nel mondo della moda?

Sono una persona nata con la passione per la moda, fin da piccolo il mio sogno era lavorare in questo settore, e ci sono riuscito. Tutto è nato grazie al mio primo lavoro in un negozio a Forlì quando ero ancora un ragazzo, da lì è nato un grande amore poi trasformato in una passione che ora è il mio lavoro.

 

Come nasce Fortela?

Nella mia vita ho girato il mondo collezionando capi e cercando nuove ispirazioni, ma quello che mi sono sempre chiesta è perché gli abiti del passato fossero così difficili da trovare, per non dire impossibili. Da qui nasce Fortela. Fortela è la volontà e la necessità di dare nuova vita a capi vintage ingiustamente dimenticati.



Negozio Fortela a Milano

Come definiresti il ​​tuo stile? Nella classifica 2018 e 2019 di Esquire UK, sei stato il primo nella lista "I 40 uomini meglio vestiti del mondo".

Dico sempre che chi cerca a tutti i costi di inseguire la moda finisce per essere fuori moda. Lo stile, invece, non può che essere tuo, indipendentemente dal fatto che ti piaccia o meno. Il mio stile è il mio stile, difficile da definire in poche parole. È sicuramente versatile e ha come protagonisti tutti quei capi vintage che hanno una storia da raccontare. Un trend che ho lanciato è quello con i jeans bianchi, rendendolo un capo da indossare tutto l'anno e non solo durante la stagione estiva. Al giorno d'oggi, anche grazie ai social, molti ragazzi prendono spunto da come mi vesto e poi creano il proprio stile.


Con 230k follower su Instagram sei molto amato dal tuo pubblico. Possiamo definirti un influencer? Quanto sono importanti i social media per te oggi?

Questa denominazione ha diversi significati che, è meglio definire. Mi sento un influencer solo perché posso influenzare le persone a seguire un certo tipo di stile pur rimanendo una persona reale. I social hanno cambiato la vita di tante persone, la mia non è cambiata. Quello che ho costruito prima dell'arrivo massiccio dei social resta ed è noto. Sicuramente devo la ridondanza dei social nel mondo che Fortela ha e che di conseguenza ho anche io.


Alessandro Squarzi indossa Shetland Light Havana


Che consiglio daresti a un giovane che vuole intraprendere una carriera simile alla tua?

Indipendentemente dall'ambito in cui ci si vuole affermare, i giovani devono ricercare dentro di sé i talenti che li caratterizzano senza aver paura di mostrarli. Una volta che hai preso coscienza del tuo talento, devi darti degli obiettivi e inseguire i tuoi sogni senza arrendersi. Come ho fatto io.


La chiave del successo?

Il successo non cade dal cielo, il successo viaggia accompagnato dal tempo e dalla perseveranza. Il successo può essere sia lavorativo che personale, dipende da cosa vuole una persona. Il mio più grande successo è aver trasformato negli anni una passione in un lavoro che amo e che mi permette di trascorrere molto tempo con la mia famiglia, soprattutto con mia figlia. Ci saranno sempre difficoltà e ostacoli sulla strada del successo, l'importante è continuare a camminare.


Come vorresti essere ricordato in futuro?

Ammetto che questa è una domanda abbastanza egocentrica e la mia risposta potrebbe sembrare tale. Per molti giovani potrei essere ricordato come ricordiamo Steve McQueen e Marlon Brando.


Alessandro Squarzi indossa Shetland Light Havana


Hai un'icona a cui ti sei ispirato nella tua vita?

Sicuramente mio padre. Uomo estremamente elegante sia nel vestire che nel modo di essere.
Sono fortemente attratto e ispirato dagli anni '50, soprattutto da quelli americani. Amo i volumi, le tendenze, l'evoluzione stilistica di quegli anni in cui mi rispecchio totalmente. Infatti, le altre icone chiave della mia vita sono Paul Newman e James Dean, mi ispiro ancora a loro.

Quali progetti futuri hai in cantiere? Puoi dirci qualcosa?

Uno dei miei progetti futuri è aprire Fortela in tutto il mondo. Oggi siamo a Milano, Forte dei Marmi e Brescia, ma stiamo lavorando per espanderci sempre di più. La grande soddisfazione è che questo viene chiesto da molte persone. Certo, il Covid non ci sta aiutando, ma io sono una persona molto propositiva e penso che ce la faremo.


Cosa significa per te "Made in Italy" e "fatto a mano"?

Al giorno d'oggi si abusa del termine “Made in Italy”. Purtroppo sono pochissime le aziende italiane che producono tutto in Italia, e mi congratulo con loro.
Il lavoro artigianale di Fortela nasce dall'esigenza di riprodurre capi vintage con determinate tecniche di lavorazione che non possono essere eseguite da macchine di serie, ma che devono necessariamente essere realizzate a mano. Un esempio sono i nostri gilet, disegnati e tagliati totalmente a mano dai nostri esperti sarti.


Alessandro Squarzi nel suo Fortela Store di Milano

Un capo e un accessorio senza il quale non puoi uscire di casa?

Sicuramente non posso uscire senza orologio. È un accessorio che mi piace e che ho sempre indossato, senza sentirmi persa. Un capo a cui sono fortemente legato sono i jeans bianchi. Ho iniziato ad indossarli quando avevo 14 anni e non li ho più abbandonati, sono un evergreen senza stagione.

Cosa fai nel tuo tempo libero? Hai un hobby?

Come dico sempre, un'altra chiave del successo è riuscire a fare ciò che ti fa stare bene. Grazie al mio lavoro, oggi riesco a recuperare una passione che avevo fin da piccolo, ovvero l'andare a cavallo. Ogni volta che ho tempo libero corro da loro a Forlì, dove tengo i miei cavalli in una scuderia a 5 stelle. Spero che un giorno anche mia figlia Allegra possa appassionarsi a questo magico mondo.


Related blogs

È possibile una moda sostenibile? Cominciamo dagli occhiali

Noi di TBD Eyewear comprendiamo l'importanza della sostenibilità e abbiamo trascorso gli ultimi dieci anni alla ricerca di materiali e design per creare occhiali da sole e da vista ecologici....

Leggi di più

La rivoluzione sostenibile di Rosa Fanti

Rosa Fanti sottolinea l'importanza del concetto di sostenibilità, eccellenza e ricerca nei suoi due progetti Vista Mare e Pettirosso Coolture Club.

Leggi di più

Tom Cruise e gli occhiali da sole che hanno conquistato il grande schermo

I film di Tom Cruise hanno trasformato gli occhiali da sole in accessori iconici. Dagli aviatori di Top Gun agli audaci occhiali da sole con montatura nera in Risky Business.

Leggi di più

Carrello

Il carrello è vuoto.

Inizia a fare acquisti

selezionare le opzioni